Numerosi studi hanno dimostrato nella rosacea alterazioni del microcircoloche consistono principalmente in aumento del numero di capillari, che appaiono dilatati, tortuosi e più superficiali rispetto alla norma(teleangectasie). Pertanto, nell’approssimarsi dell’inverno e dell’estate, poiché la circolazione del sangue può essere influenzata negativamente da fattori climatici “estremi” (troppo freddo o troppo caldo) potrebbe essere utile una integrazione alimentarea base di sostanze come escina, Ginkgo biloba, ruscogenina, mirtillo, Vitis vinifera, Vitamina C, carnitina, il cui uso può essere protratto per mesi in sicurezza.

Recent Posts